Tortulini in Brodo

 

IL GRUPPO TEATRALE “TORTULINI IN BRODO” CI SALUTA

Il gruppo teatrale “Tortulini In Brodo” è nato in seno alla nostra Associazione ormai più di quattro anni fa in seguito al progetto “Mille Volti, Mille Voci”, progetto che perseguiva l’obiettivo di avvicinare nuovi volontari al DUM attraverso una nuova modalità, quella teatrale. Da questo  progetto è nato un gruppo che ha prodotto uno spettacolo sotto la guida di Marco Tortul e della sua compagnia teatrale “Oltre Quella Sedia” di Trieste. L’esperienza ha dato grosse soddisfazioni, e i  partecipanti hanno deciso di non voler concludere il percorso dopo il primo anno. Il gruppo ha così proseguito le prove, ha svolto altri spettacoli in collaborazione con Oltre Quella Sedia, si è espanso accogliendo nuovi membri, sia già facenti parte dell’associazione, sia diventati parte di essa dopo averci conosciuto. Nel tempo tuttavia le mete del gruppo hanno cambiato rotta, allontanandosi leggermente dal servizio e dalla comunità per perseguire obiettivi di sensibilizzazione e conoscenza delle problematiche della disabilità al di fuori del mondo che solitamente frequentiamo. Per questo motivo i membri del gruppo teatrale “Tortulini In Brodo” ci comunicano con molta serenità e affetto che lo stesso gruppo si è sciolto.  Al suo posto nasce una nuova compagnia teatrale “L’anima in mano”, che percorrerà nuove strade, senza dimenticare la famiglia da cui è partita.

LA COMPAGNIA

Il gruppo teatrale “Tortulini In Brodo” nasce nel 2008 da alcuni volontari dell’associazione di volontariato Dinsi Une Man che hanno sentito la necessità di esprimere insieme ai loro “compagni di vacanze” le emozioni della propria vita e di condividerle con un pubblico spesso estraneo alla tematica della disabilità.

Il gruppo teatrale, composto da circa 15 persone, la maggior parte delle quali con disabilità, attualmente si riunisce con cadenza bimensile in incontri di libera espressione secondo il modello creato da Marco Tortul dell’associazione “Oltre Quella Sedia” di Trieste, dove viene messa in scena non la finzione, ma la vera emozione del momento. Con questa modalità gli spettacoli assumono notevole spessore e profondità grazie agli attori che nelle prove imparano a scavare nelle proprie emozioni e ad esprimere la propria normalità con una naturalezza che pochi potrebbero vantare. In una società dove ciò che conta è l’apparenza, l’essere il più possibile simili agli altri, la teatrabilità, in controtendenza, fa esprimere i propri sentimenti, le proprie emozioni, la propria personalità, poiché è nella natura umana essere, sentirsi ed esprimersi in maniera diversa dagli altri. è proprio per questa “diversità” che siamo tutti “normali”, poiché abbiamo sperimentato che essere normale significa mostrare ciò che ci rende speciali.

 

LA STORIA

Il gruppo teatrale “Tortulini in Brodo” insieme al gruppo teatrale “oltre Quella Sedia” di Trieste ha messo in scena i seguenti spettacoli:

Gli Sconcertanti”: 9 dicembre 2007 presso un ritrovo in occasione della festa natalizia dell’Associazione Comunità di Volontariato Dinsi Une Man.

    L’attesa”:

    • 19 marzo 2008 presso l’istituto superiore a indirizzo sociale ISIS D’Aronco, Gemona (UD)
    • 31 maggio 2008 presso la parrocchia di Remanzacco (UD).
    • 10 agosto 2008 presso la struttura della colonia marina CIF di Bibione (VE)
    • 20 ottobre 2008 presso la parrocchia di Salino, Paularo (UD)
    • 1 febbraio 2009 presso la Parrocchia “Gesù Buon Pastore”, Udine
    • 7 febbraio 2009 presso la comunità di Rinascita, Tolmezzo (UD)
    • 28 marzo 2009: due spettacoli presso il liceo socio psico pedagogico e il liceo sociale “Caterina Percoto”, Udine
    • 18 aprile 2009 presso il liceo socio psico pedagogico “Irene da Spilimbergo”, San Pietro al Natisone (UD)
    • 15 maggio 2009 presso la parrocchia di Villa Santina (UD)
    • 12 settembre 2009 presso il comune di Aiello del Friuli (UD)Sta cambiando qualcosa”:
    • 29 novembre 2009, replica presso la parrocchia di Villa Santina (UD)
    • 3 gennaio 2010 presso la parrocchia di Salino, Paularo (UD)
    • 15 maggio 2010 presso la parrocchia di Pagnacco (UD)
    • 20 novembre 2010 presso la casa dei Padri Saveriani a Udine
    • 9 aprile 2011 presso TeatrOrsaria, nel comune di Premariacco (UD)

     

    LO SPETTACOLO “STA CAMBIANDO QUALCOSA”

    Sta cambiando qualcosa… sta cambiando la mentalità, o almeno è quello che la Compagnia teatrale Tortulini in Brodo sta promuovendo con il suo spettacolo di teatro di libera espressione, innovativo, sperimentale, altamente emozionale. Gli spettatori di “Sta cambiando qualcosa” sono parte integrante dell’opera d’arte, vivono, condividono e contribuiscono allo spettacolo. Gli attori, alcuni dei quali con disabilità, si presentano per ciò che sono e vivono le proprie emozioni sul palco senza un copione, senza parti, senza costumi. Pure e profonde emozioni. Emozioni che arrivano al pubblico inizialmente come un pugno allo stomaco ma lo lasciano, al termine dello spettacolo, con un senso di pienezza, di pace interiore. Uno spettacolo dove la libera espressione procede tra living theatre e playback theatre fino a creare un nuovo genere: il teatro dell’anima.

    Ha lo scopo di sensibilizzare il pubblico sul tema della diversità come risorsa, evitando l’atteggiamento pietoso che spesso le persone etichettate “normali” hanno verso le persone etichettate “disabili” nell’ottica secondo la quale tutti, comunque, siamo etichettati e tutti cerchiamo lo spazio per esprimere noi stessi, con l’unica differenza che ad alcuni quest’opportunità è negata. L’intento è quello di promuovere una nuova cultura dove ciascuno è riconosciuto per quello che fa, non per quello che non sa fare.

    Per ogni informazione o approfondimento

    http://www.oltrequellasedia.blogspot.com/